Romualdo Straffi

web design e programmazione

Glossario Informatico

Internet e la sua terminologia sono ormai di dominio pubblico. Tuttavia, ho pensato di pubblicare il significato di alcuni termini single e acronimi che potrebbero capitare nell'utilizzo del pc o navigando in rete. Lo scopo principale è chiaramente quello di fornire una definizione il più possibile comprensibile. La speranza è che questo piccolo e semplice dizionario sia un valido strumento di aiuto anche ai meno esperti. (Romualdo Straffi)

 


 

  • @, in italiano questo carattere viene chiamato chiocciola per la sua forma, in inglese si legge "at" che significa presso; è il carattere sempre presente negli indirizzi di posta elettronica, separa infatti il nome dell'utente dal nome del dominio presso cui è registrata la casella di posta elettronica ed è in poco tempo diventata una dei simboli di internet.
  • Abbonamento, sottoscrizione a pagamento ad un servizio on-line, che consente agli utenti di utilizzare le risorse di un computer collegato a Internet.
  • Accesso Remoto, strumento software in dotazione con i sistemi Windows che permette in generale di collegare il proprio computer a un altro via modem; nel caso più comune viene usato per collegarsi a internet.
  • Account, è un record di un database che contiene i dati necessari per identificare un utente. Tipicamente si tratta della combinazione di un nome e di una password. Esiste un account per collegarsi a internet, uno per ogni casella di posta elettronica e così via.
  • Acrobat Acrobat Reader, è il software che permette la corretta visualizzazione dei file PDF. Questo standard ha ottenuto ampia diffusione grazie al fatto che il documento viene visualizzato correttamente su ogni computer e può essere impaginato e gestito come un tradizionale stampato. Per questa ragione ha trovato ampia diffusione soprattutto nella manualistica.
  • Activex, la tecnologia Activex è uno standard Microsoft, si tratta di un linguaggio di programmazione adatto alla creazione di applicazioni internet. Analogamente a Java offre la possibilità di inserire controlli e elementi attivi all'interno di una pagina.
  • ADSL, Acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. Si tratta di una tecnologia per la trasmissione dei dati particolarmente interessante perché usa i cavi telefonici già installati. Questa tecnologia permette di sfruttare una parte della banda che normalmente non viene sfruttata dalle comunicazioni telefoniche tradizionali, il che ha consentito a molti provider italiani di offrire a utenti privati e aziende una connessione permanente senza costi telefonici aggiuntivi e senza tenere occupata la linea di casa; si paga un canone fisso più una cifra per l'istallazione.
  • Altavista, è un motore di ricerca, ma fino a qualche anno fa era considerato "il" motore di ricerca.
  • Amazon, la più grande libreria internet del mondo e anche il sito di e-commerce più famoso. Il sito della Amazon è esemplare, è di bell'aspetto, ricco di contenuti e rende semplicissima la ricerca di qualsiasi prodotto. La ricerca della soddisfazione del cliente è sicuramente alla base del sito (ad esempio se siete alla ricerca di un libro raro e questo non è reperibile nei magazzini amazon, il servizio clienti lo ricercherà in una catena di librerie affiliate, eventualmente proponendovi un usato). Oltre al sito internet Amazon è anche un caso della cosiddetta new economy. Trai suoi meriti quello di aver portato l'e-commerce nelle case di tutti.
  • ANSI, standard che definisce I codici usati per la visualizzazione dei caratteri sullo schermo.
  • Antivirus, gli antivirus sono software che cercano di trovare eventuali virus penetrati all'interno del computer o della rete. Le tecniche per riconoscere un virus sono diverse ma quasi sempre occorre aggiornare il programma per permettere il riconoscimento anche degli ultimi. Nel migliore dei casi un software antivirus riconosce un virus prima che questi riesca a fare dei danni, lo blocca e lo elimina.
  • Apache, un sito internet per poter funzionare deve essere installato su un server, cioè un computer dotato di caratteristiche particolari; deve infatti essere collegato a internet (ovviamente), deve garantire una particolare robustezza di funzionamento e deve avere un particolare software, ovvero un server internet. Apache è un software di questo tipo, probabilmente il più diffuso attualmente. Funziona in ambiente Linux.
  • API, Application Programming Interface, ossia il software che consente la comunicazione tra programmi altrimenti incompatibili.
  • Applet , un applet è un piccolo programma, scritto in linguaggio Java, che viene scaricato dal browser e poi eseguito quando si visita un sito. Gli applet vengono inseriti nelle pagine web per aggiungere effetti visivi e/o sonori,per esempio scritte scorrevoli, animazioni e suoni legati ai movimenti del mouse.
  • Arpanet, è il progenitore di Internet; da esigenze militari venne infatti creata la prima rete di computer strutturati in modo simile a quello che è adesso internet. Il progetto prese corpo nel lontano 1969 per collegare tra loro i computer di alcune università e centri di ricerca.
  • ASCII, American Standard Code for Information Interchange. Si tratta di uno standard nato negli anni '60 grazie all'American National Standard Institution ed è attualmente il più diffuso. Stabilisce una corrispondenza tra i caratteri stampabili e i numeri usati dai computer per memorizzarli. Il principale limite di questo standard è che non prevede i caratteri specifici delle varie lingue, come le lettere accentate della lingua italiana, avendo un limite di 127 simboli rappresentabili.
  • Asincrono, tecnica per il trasferimento dei dati a dispositivi periferici, dove ogni porzione di dati è preceduta e seguita da caratteri speciali (caratteri di inizio e fine) che ne consentono il riconoscimento. Vedere anche Sincronico.
  • Attachment, allegato. Agli albori della posta elettronica i messaggi che potevano essere spediti erano costituiti da puro e semplice testo; immediatamente si sentì l'esigenza di poter unire un file al messaggio e così oggi qualsiasi programma di posta elettronica, anche il meno sofisticato, permette, con pochi semplici click, di unire ad un messaggio qualsiasi file,indipendentemente dal suo contenuto.
  • Backbone, è la spina dorsale o semplicemente la dorsale di internet ovvero la rete di cavi per la trasmissione di dati ad altissima velocità che collega i principali server nelle varie nazioni del mondo. Sono i tratti principali del fiume dei dati che circolano attraverso internet; a partire da questi i rami secondari e capillari trasmettono le informazioni fino alle case e agli uffici.
  • Backup, operazione con la quale I dati creati su un computer vengono copiati su un supporto di memorizzazione rimovibile a scopo di archiviazione o recupero.
  • Banner, sono quegli elementi grafici somiglianti a striscioni pubblicitari che compaiono nei siti. Sono la forma di pubblicità più diffusa in ambiente internet; attraverso la grafica vivace comunicano i contenuti del sito reclamizzato e l'utente non deve fare altro che cliccare sopra il banner per collegarsi direttamente al sito medesimo.
  • Batch, metodo per trasmettere più file con una sola attivazione del protocollo di trasmissione.
  • Baud, il baud misura la velocità di trasmissione dei modem tramite la linea telefonica. Spesso viene fatta confusione fra baud e BPS, diciamo semplicemente che l'unità di misura per la velocità di trasmissione dei dati è il BPS.
  • BBS, Bulletin Board System, ossia una bacheca elettronica di pubblico accesso, alla quale gli utenti si collegano per affiggere messaggi, inviare e ricevere posta elettronica.
  • BIT, è la più piccola unità che un computer è in grado di gestire. Questa informazione elementare può avere solo due valori: zero oppure uno. Tutte le informazioni che vengono gestite da un computer (ma anche da tutti gli strumenti digitali che ci circondano) sono sempre ricondotte a una sequenza di zeri e di uno.
  • Bitmap, le immagini bitmap vengono memorizzate in un file descrivendo il colore di ogni punto, senza nessun tipo di compressione o di semplificazione (il termine significa appunto mappa di bit). Si tratta quindi del sistema più semplice e fedele di descrivere un immagine, ma anche del più dispendioso, sia in termini di spazio fisico, quando l'immagine viene memorizzata su disco, sia in termini di tempo necessario per trasmettere questa.
  • Browser, programma necessario per navigare nella World Wide Web.
  • Buffer, indica una parte di memoria utilizzata per memorizzare informazioni che dovranno essere utilizzate da una periferica o da un software più lento.
  • Bug, "baco" o scarafaggio. Il termine indica un errore di programmazione per cui un programma non funziona nel modo in cui dovrebbe; le conseguenze possono essere un errore di calcolo, un blocco del programma o del computer. Il termine deriva dal fatto che un problema apparentemente inspiegabile, sorto in uno dei primi computer del mondo, era legato a uno scarafaggio che aveva provocato un cortocircuito all'interno dell'enorme calcolatore.
  • BYTE, è formato da 8 bit e può quindi assumere un valore che va da zero a 256. È una unità particolarmente importante dato che fin dall'inizio per memorizzare un carattere è sempre stato sufficiente un byte; per questo motivo le unità di misura più usate nel mondo informatico sono multipli del byte (KiloByte, MegaByte, GigaByte).
  • Cache, una parte di memoria particolarmente veloce dove vengono immagazzinati dati che devono essere usati frequentemente.
  • Caricamento, procedura per l’invio di un file a sistema remoto.
  • Cartella, le cartelle sono la rappresentazione delle directory nei sistemi operativi grafici. Le directory sono dei contenitori per raccogliere e raggruppare i file.
  • Cavo, I file isolati che trasferiscono le informazioni tra dispositivi collegati a una rete.
  • Ciberfaccine, disegni creati con lettere, numeri e segni di punteggiatura usati nella posta elettronica per rappresentare lo stato d’animo di chi scrive.
  • Ciberpirata, maniaco che si diverte a penetrare nei sistemi informatici altrui, allo scopo di creare scompiglio o danno vero e proprio.
  • Ciberspazio, termine che si riferisce allo spazio elettronico in cui si muovono e interagiscono I programmi e gli utenti (detti appunto cibernauti), navigando a bordo di un modem e di un collegamento in rete.
  • CD-ROM, Compact Disc. Sono i tradizionali dischi di plastica che usiamo per ascoltare la musica. Nel campo informatico vengono usati per memorizzare dati in generale, quindi musica ma anche programmi e file. La sigla ROM (Read Only Memory) viene spesso usata per definire i CD che contengono dati e distinguerli da quelli musicali, ma in realtà serve soltanto a ricordare che questi supporti possono essere soltanto letti e non è possibile modificarli.
  • CD-RW, CD Rewritable si distinguono dai CD ROM proprio per la possibilità di essere usati come un floppy disk. Avendo, infatti, un masterizzatore in grado di gestirli, su questi supporti è possibile scrivere dati e in seguito aggiungerne o cancellarne, per recuperare lo spazio inutilizzato.
  • CGI, Common Gateway Interface. Si tratta di piccole funzionalità offerte da tutti i server web che permettono di inserire nelle pagine alcuni controlli come i contatori delle visite e i campi per le ricerche interne al sito.
  • Chat, dialogo che avviene in tempo reale tra due o più utenti collegati contemporaneamente a internet.
  • Chip, sono dei parallelepipedi di plastica, di varie dimensioni, che ospitano al loro interno circuiti elettronici miniaturizzati stampati usando materiali semiconduttori; il collegamento con l'esterno avviene per mezzo di una serie di piedini metallici che permettono il passaggio dell'elettricità (e quindi del segnale).
  • Cisco, società leader a livello mondiale nella costruzione dei router; dato che sono questi strumenti a permettere la comunicazione tra due reti diverse è evidente l'importanza di questa azienda nella vita e nello sviluppo di internet.
  • Client, il termine può essere riferito sia a un software che a un computer; in entrambi i casi si tratta di entità che hanno bisogno di informazioni o risorse che attingono da un Server.
  • .com, per essere alla moda bisogna leggere la sigla in inglese (dot com); è il suffisso usato per i siti internet commerciali e quindi quello più diffuso e più popolare. Nella cosiddetta new economy vengono identificate come dot com le aziende che basano la loro attività esclusivamente su vendite fatte tramite internet.
  • Comandi AT, "linguaggio" modem da utilizzare in un’applicazione di telecomunicazioni per controllare e configurare un fax/modem per una connessione dati.
  • Commutazione di pacchetto, metodo di trasmissione dati in cui I messaggi lunghi vengono suddivisi in pacchetti di lunghezza limitata (generalmente di 128 byte ciascuno). Questo è un metodo di trasmissione molto efficiente e rapido.
  • Composizione a impulsi, metodo di composizione di un numero telefonico mediante l’invio di impulsi lungo la linea telefonica. I telefoni tradizionali si servono degli impulsi.
  • Composizione a toni, metodo di composizione di un numero telefonico mediante l’invio di toni lungo la linea telefonica.
  • Compressione, operazione per ridurre le dimensioni dei file da trasferire al fine di ridurre il tempo di trasmissione. Un file compresso deve essere decompresso dal ricevente prima di poterlo utilizzare.
  • Controllo del flusso, la procedura di controllo della velocità di trasmissione dei dati tra due dispositivi di comunicazione. Vedere anche Intesa.
  • Cookie, letteralmente significa biscottino. I cookies sono piccoli file che vengono salvati sul disco fisso del vostro computer e che vengono usati dai siti internet per memorizzare alcune informazioni che verranno riutilizzate nei collegamenti successivi. Per esempio in un cookie si possono salvare le scelte che fate frequentemente oppure dati che dovete inserire frequentemente. Un sito commerciale potrebbe usare un cookie per memorizzare le categorie di prodotti che preferite oppure i dati per la spedizione.
  • CPU, è un processore che determina la velocità del computer.
  • Cracker, pirata informatico che viola la sicurezza dei sistemi trovando le password di accesso o sfruttando bachi del software installato nel computer attaccato. Spesso questi attacchi vengono fatti per puro vandalismo.
  • Crittografia, manipolazione dei dati per impedire agli altri utenti di poterli leggere.
  • CTS, Clear To Send, sengnale di intesa hardware inviato dal modem al computer per indicare che è pronto per ricevere I dati. Vedere anche DTR e RTS.
  • Daemon, programa UNIX per la gestione del traffico di e-mail su Internet. Questo programma, generalmente trasparente all’utente è visibile quando la posta non può essere consegnata al destinatario per qualsiasi motivo.
  • Database, è una raccolta di dati organizzati secondo record e campi. Supponendo di visualizzare questi dati in una tabella, come in un foglio elettronico, avremo i campi organizzati lungo le colonne e i record lungo le righe.
  • Debug, è l'insieme di operazioni con cui vengono ricercati, analizzati e successivamente eliminati gli errori e i difetti dei programmi software.
  • Default, impostazioni di base che vengono seguite se non viene specificato diversamente. Un esempio semplice è l'impaginazione nei programmi di videoscrittura: se non viene modificato nulla, il programma segue le impostazioni di un documento standard nella scelta dei font e della dimensione dei caratteri.
  • Demo, versione di prova di un programma disponibile gratuitamente; normalmente esistono dei limiti di tempo oppure delle limitazioni nelle funzionalità per cui occorre acquistare il pacchetto per poterlo utilizzare completamente.
  • Directory, è una parte della memoria di massa di un computer (disco fisso, floppy o CD) che non contiene direttamente altri dati ma file o altre directory. Nei sistemi operativi con interfaccia grafica (windows) le directory vengono rappresentate come cartelle.
  • Disclaimer, messaggio standard con cui vengono esplicitamente escluse alcune responsabilità.
  • Dominio, parte dell’indirizzo Internet che ne stabilisce l’appartenenza a una categoria di sistemi o un’area geografica.
  • DNS, Domain Name Server, sono i server che associano gli indirizzi IP (che sono esclusivamente numerici) ai nomi di dominio; sincronizzati tutti tra loro permettono di collegarsi a un sito internet senza dover memorizzare la sequenza numerica dell'indirizzo IP ma il nome del dominio registrato (per esempio ifom-firc.it).
  • DTR, Data Terminal Ready, un segnale di intesa hardware inviato dal computer al modem per indicare che il computer è pronto alla comunicazione. Vedere anche CTS e RTS.
  • Duplex, metodo di trasmissione su una linea telefonica in cui I messaggi individuali possono essere inviati contemporaneamente in entrambi i sensi. Vedere anche Half-duplex e Full-duplex
  • e-, abbreviazione di electronic. Viene usata come prefisso per molti termine di origine informatica o, più propriamente, per termini legati a internet, come e-mail, e-commerce, e-money.
  • e-book, libro in formato elettronico, si può leggere con appositi lettori portatili o con software dedicati su computer.
  • e-commerce, commercio elettronico, ovvero la possibilità di vendere e comprare beni sfruttando la tecnologia internet. Nel commercio on-line nel senso più puro del termine la transazione viene perfezionata immediatamente dal punto di vista economico grazie alle carte di credito.
  • Editor, programma che semplifica la programmazione permettendo, per esempio, di disegnare graficamente le pagine web e creando automaticamente il codice HTML.
  • e-mail, posta elettronica. Messaggio di testo che può essere inviato ad un indirizzo internet. I messaggi possono essere gestiti con programmi dedicati (Eudora, Outlook Express) oppure con pagine web create appositamente e molto comuni nei siti che offrono e-mail gratuite. L'attuale tecnologia garantisce una sempre migliore certezza che un messaggio venga effettivamente recapitato al destinatario; per questo motivo le e-mail stanno sostituendo altre forme di comunicazione anche in ambito professionale. Resta purtroppo molto dubbia la riservatezza in quanto è relativamente facile intercettare e leggere messaggi destinati ad altri.
  • e-money, denaro elettronico. Si intende la possibilità di effettuare e ricevere pagamenti a distanza, per esempio con carta di credito.
  • Emulazione del terminale, tipo di protocollo Internet che trasforma il computer locale in un semplice terminale, ossia nello schermo che riceve e visualizza passivamente le informazioni elaborate altrove sulla rete.
  • Estensione, l'estensione di un file o di un sito internet è data dalle lettere che seguono l'ultimo punto contenuto nel nome e serve a identificare il tipo di file o di sito.
  • Ethernet, tecnologia standard per le reti locali. Nella maggior parte dei casi i cavi utilizzati sono uguali a quelli telefonici mentre stanno ormai scomparendo i cavi coassiali, simili a quelli delle antenne televisive.
  • Eudora, è un diffuso programma per la gestione di mail e news (alternativo per esempio a Outlook Express) disponibile in forma gratuita.
  • Excite, motore di ricerca e portale trai più frequentati e conosciuti in internet.
  • FAQ, Frequently Asked Questions. Le FAQ sono una collezione di risposte alle domande che vengono fatte più di frequente a proposito di un particolare argomento. È possibile trovare questa parola usata in moltissimi contesti nell'ambito di internet, in particolare nei newsgroup. Rivolgersi a un newsgroup facendo una domanda la cui risposta può essere facilmente trovata nelle FAQ equivale a perdere tempo e farne perdere agli altri, in violazione a una delle prime norme della Netiquette (vedi).
  • File server, computer dedicato alla gestione dei file comuni. Nelle reti locali per ragioni di sicurezza o per poter condividere il proprio lavoro con i colleghi spesso i file non vengono memorizzati sul disco locale di un computer ma salvati in rete su un server dotato di un disco fisso veloce e capiente e di un dispositivo per le copie di sicurezza.
  • Firewall, sistema di difesa, composto da una parte hardware e da un software, che protegge le reti aziendali o anche i singoli PC da attacchi di pirati informatici. Spesso, la difesa migliore è costituita dall'anonimato: che motivo avrebbe infatti un hacker di curiosare nell'hard o nella posta di un privato cittadino? Diverso il caso delle società che devono essere preparate a difendersi sia da attacchi esterni che dagli errori dovuti a imperizia o negligenza. I firewall controllano le informazioni da e verso internet; quelli più evoluti filtrano anche i messaggi in uscita impedendo che, per esempio, vengano allegati ai messaggi file riservati.
  • Firewire, standard per il collegamento di periferiche esterne al computer particolarmente apprezzato per la sua velocitá. Le periferiche di questo tipo (scanner, videocamere, fotocamere, webcam, hard disk, masterizzatori…) possono essere collegate al computer senza dover spegnere e riaccendere il sistema.
  • Flame, se frequentate i newsgroup potete assistere facilmente allo spettacolo di persone che si scambiano una enorme quantità di messaggi offensivi, flame appunto, non sempre con solide ragioni. Internet sembra infatti destinata a far aumentare equivoci e spirito di polemica.
  • Flat screen, monitor piatto.
  • Folder, vedi directory.
  • Font, rappresentazione grafica di un carattere o di un numero.
  • Fornitore d’accesso, ente che fornisce ad altri accesso ad Internet, a pagamento o gratuitamente.
  • Forward, inoltro. Possibilità che offrono tutti i programmi di posta elettronica di inviare ad altri un messaggio ricevuto.
  • Frame, suddivisione in riquadri diversi e indipendenti di una pagina internet. Permettono al navigatore, per esempio, di visualizzare un prodotto nel
  • Frame centrale (principale)mantenendo l'elenco di tutti i prodotti in un secondo riquadro.
  • Freenet, rete di accesso a Internet gratuita e gestita da volontari appassionati.
  • Freeware, software che viene distribuito gratuitamente. Esistono numerosi programmi, spesso molto validi che vengono distribuiti gratuitamente. La fonte di remunerazione è costituita dalla pubblicità per cui vi si chiede di ricevere e-mail pubblicitarie.
  • FTP, File Transfer Protocol. Protocollo di comunicazione per il trasferimento di file in una rete TCP/IP. Questo protocollo viene usato per il trasferimento di file di grandi dimensioni, e, per esempio, per scaricare un programma freeware o shareware o un filmato dalla rete.
  • Full-duplex, modalità di trasmissione seriale con la quale le informazioni possono viaggiare contemporaneamente in entrambe le direzioni. Sono necessari due canali di comunicazione, ad esempio una linea telefonica a 4 fili. Vedere anche Duplex e Half-duplex.
  • Gateway, dispositivo di hardware che gestisce la connessione tra due reti differenti e opera le conversioni dei rispettivi protocolli.
  • Geocities, è storicamente la prima comunità virtuale e ancora oggi è sicuramente la più grande. Tutto il sito è oggi parte di Yahoo!
  • GIF, Graphics Interchange Format. L'estensione GIF viene usata per i file di grafica memorizzati secondo uno standard definito da Compuserve e ora divenuto molto diffuso grazie a internet. Il numero massimo di colori visualizzabili è 256 ma tra i punti di forza di questo formato vi sono la possibilità di creare immagini animate.
  • Gopher, funzione su Internet che consente la consultazione di una quantità enorme di informazioni.
  • .gov, estensione che si applica ai siti governativi, utilizzato soprattutto dalle istituzioni statunitensi.
  • GUI, Graphical User Interface, ossia interfaccia utente grafica, uno strato attraverso il quale un utente può interagire con il computer. L’aspetto grafico si riferisce alla rappresentazione degli elementi sotto forma di icone, cartele, strutture di directory e finestre.
  • Hacker, pirata informatico, si riferisce a chi si diverte a forzare la sicurezza dei computer altrui, senza provocare danni; anzi, fedeli a una sorta di codice di comportamento interno che vieta la possibilità di danneggiare deliberatamente terze persone. Gli hacker, infatti, raramente commettono azioni illegali e attaccano siti internet solo per semplice goliardia; coloro che invece provocavano intenzionalmente danni informatici vengono definiti cracker.
  • Half-duplex, modalità di trasmissione seriale con la quale le informazioni possono viaggiare in entrambe le direzioni, ma non contemporaneamente. E’ necessario un solo canale di comunicazione, ad es. Una linea telefonica a 2 fili. Vedere anche Duplex e Full-duplex.
  • Hard Disk, supporto magnetico interno ai computer in cui è possibile memorizzare dati e programmi. Tutto ciò che viene salvato su hard disk non viene eliminato quando il computer viene spento (a differenza di quanto avviene nella RAM), per questo motivo i supporti magnetici come floppy, hard disk, CD, nastri vengono definiti "statici".
  • Homepage, è la pagina iniziale di un sito internet, la prima che viene aperta quando si digita l'indirizzo all'interno del proprio browser. Idealmente una home page ben progettata dovrebbe descrivere i contenuti di tutto il sito e dare la possibilità di accedere direttamente alle principali sezioni.
  • Host, computer o software che accetta richieste da terminali esterni autorizzati permettendo di utilizzare dati o programmi.
  • Hosting, un fornitore di hosting ospita all'interno dei propri server i siti dei propri clienti. In questo modo chi vuole realizzare un proprio sito internet non deve attrezzarsi di tutto l'hardware e il software necessario ma può sfruttare lo spazio messo a disposizione da un fornitore. Evidentemente ciascun fornitore potrà garantire servizi diversi, a partire dallo spazio web, un servizio di e-mail fino a una velocità minima garantita.
  • HTML, Hyper Text Markup Language. È il linguaggio con cui vengono memorizzate le informazioni contenute nelle pagine web. Ci sono informazioni relative all'impaginazione, i contenuti e i link. La semplicità dell'HTML ha contribuito molto allo sviluppo della rete. Esistono numerosi software che permettono di modificare graficamente una pagina HTML senza dover intervenire manualmente sulla programmazione.
  • http, Hyper Text Transfer Protocol. E' il protocollo di comunicazione più usato in internet, dato che è quello che permette di trasferire informazioni grafiche e multimediali, tipiche delle pagine web.
  • HTTPS, si tratta semplicemente di una variante dell'http in cui le informazioni da e verso internet vengono codificate in modo da impedire l'intercettazione.
  • HUB, è un dispositivo hardware che permette di collegare i vari computer di una rete aziendale. Viene anche definito "concentratore" perché tutti i cavi collegati alle schede di rete di tutti i computer convergono nell'hub.
  • Hyperlink, è ormai diventato un sinonimo di link, si riferisce a una immagine o una parola, all'interno di una pagina web, che può essere cliccata inviando così a un'altra parte del testo o a un altro documento.
  • Icona, elemento che nei sistemi operativi basati su interfaccia grafica viene associato a un file o a una periferica (CD-ROM, stampante).
  • ICQ, la sigla in inglese suona come I seek you, cioè ti cerco. Si tratta di uno dei più diffusi software di messaggistica istantanea (chat); è gratuito ed è semplicissimo da utilizzare. Per questo motivo ha trovato subito larga diffusione e vanta oggi migliaia e migliaia di utenti collegati in tutto il mondo. Attraverso il sito del produttore è anche possibile ricercare persone con interessi simili ai propri con cui dialogare.
  • ID, abbrevizione di "identificativo", rappresenta l’identità dell’utente che considera accedere a un dato sistema.
  • IE, Internet Explorer, il browser della Microsoft è attualmente il più diffuso e il più utilizzato nel mondo. Disponibile gratuitamente e direttamente dal sito Microsoft, è in genere un abbonamento gratuito a internet. Internet Explorer è sviluppato in versione per Windows e per Macintosh .
  • Indirizzo, identificativo di una persona su Internet. In genere è composto dal nome, seguito dal carattere @ (at) e il luogo, o dominio.
  • Indirizzo IP, ogni computer collegato a internet deve avere un indirizzo IP unico; questo è composto da un codice numerico che viene convertito automaticamente in lettere dai server DNS. Da notare che non sono solo i siti ad avere un indirizzo internet ma anche i computer che si collegano alla rete. Nella maggior parte dei casi i computer domestici ottengono un indirizzo IP diverso ogni volta che si collegano; esso viene assegnato automaticamente dal provider cui ci si collega.
  • Interfaccia utente, è la parte del sistema operativo che comunica con l'utente e ne accetta i comandi. Esistono sistemi operativi con interfaccia a caratteri (come il vecchio DOS o Unix nella sua versione più classica) e i sistemi operativi con interfaccia grafica (Macintosh, windows, x-windows…).
  • Internet, "la rete", sistema di collegamento e condivisione di informazioni tra computer a livello mondiale.
  • Intesa, metodo di controllo della comunicazione tra due modem attraverso segnali. Questi segnali indicano il momento in cui si possono inviare e ricevere I dati. Vedere anche Intesa hardware e Intesa Software.
  • Intesa Hardware, tipo di intesa nella quale I segnali per il trasferimento dati tra due modem vengono trasportati mediante un cavo. Le comunicazioni ad alta velocità richiedono in genere questo tipo di intesa.
  • Intesa Software, tipo di intesa nella quale I segnali per il trasferimento dati tra due modem viene rappresentato nel flusso di dati da caratteri. Vedere anche XON/XOFF.
  • Intranet, viene definita intranet una rete di PC non necessariamente collegata ad internet che sfrutta però tecnologia internet, per esempio per le comunicazioni via e-mail o per la memorizzazione delle pagine. Un utilizzo tipico è nell'ambito delle grandi aziende dove si desideri sfruttare le enormi possibilità di collaborazione tra diversi uffici o sedi distaccate.
  • Ipertesto, un ipertesto non è organizzato come un documento lineare da leggere dall'inizio alla fine ma, sfruttando le possibilità offerte dagli hyperlink, permette di spostarsi rapidamente da una parte all'altra o addirittura di saltare ad un diverso documento.
  • IRC, Internet Realy Chat. E’ un sistema di chat, particolarmente conosciuto e apprezzato in Italia, che consente di dialogare in tempo reale via tastiera tra utenti collegati.
  • ISDN, Integrate Sevices Digital Network, Linea digitale, disponibile anche per i privati cittadini, che consente una velocità di connessione maggiore rispetto alla tradizionale linea analogica, fino a un massimo di 128 kilobit per secondo. Ogni linea ISDN infatti offre due canali separati di comunicazione che possono essere accoppiati per sfruttare la massima velocità di trasmissione.
  • ISP, Internet Service Provider, azienda che offre ai propri clienti la possibilità di accedere a internet. Sono sempre più diffusi i provider che non richiedono un canone di abbonamento ma lo offrono gratuitamente all'utente che per collegarsi alla rete deve pagare solo il costo di una telefonata urbana. Finita la guerra dei prezzi si sta aprendo ora anche quella dei servizi offerti, da uno spazio web disponibile gratuitamente e sempre più ampio, alle caselle e-mail, agende, messaggi GSM.
  • Jasdaq, indice azionario dei titoli tecnologici, quotati alla borsa di Tokio.
  • Java, è un linguaggio di programmazione inventato dalla Sun Microsystem. Con la creazione di questo nuovo linguaggio di programmazione si è cercato di creare un linguaggio universale, in grado quindi di creare programmi pronti a funzionare su qualsiasi hardware. Parte di questo sogno è naufragato, ma la filosofia di base di Java, cioè la "portabilità", ha permesso una sua ampia e veloce diffusione in internet.
  • Javascript, spesso Java e Javascript vengono confusi tra loro mentre funzionano in modo sostanzialmente diverso; sono linguaggi di programmazione abbastanza simili ma differiscono nel funzionamento: Java in ambito internet viene usato soprattutto per programmare applet e informazioni che vengono poi inserite all'interno di una pagina Web. Il codice Javascript, invece, viene inserito direttamente e seguito dal browser nel momento in cui la pagina viene aperta. Gli effetti delle applet sono di solito più spettacolari dal punto di vista grafico rispetto ai Javascript.
  • JPEG, Joint Photographic Experts Group. I file con estensione .jpg o .jpeg sono immagini. La peculiarità di questo formato è di essere particolarmente adatto alla memorizzazione di immagini fotografiche.
  • Junk mail, sono i messaggi non richiesti che a volte finiscono nella nostra casella di posta elettronica, di solito contenenti pubblicità. È un sinonimo di SPAM o SPA.
  • Keyword, parola chiave, cioè parola che viene usata per ricerche all'interno di un documento, di un sito o in tutta internet se si usa un motore di ricerca.
  • LAN, Local Area Network. Rete di computer che comunicano tra loro con un collegamento fisico, senza necessità di usare linee telefoniche, all'interno dello stesso edificio o in edifici vicini.
  • Larghezza di banda, unità di misura della quantità di informazioni che percorrono un punto in ogni momento. La larghezza di banda rappresenta la differenza tra la frequenza più alta e più bassa di un canale di trasmissione.
  • Linea telefonica analogica, una linea telefonica per la trasmissione di segnali analogici. La maggior parte delle linee telefoniche residenziali sono di questo tipo.
  • Linea telefonica communtata, connessione realizzata tramite una normale chiamata telefonica.
  • Linea telefonica condivisa, una linea telefonica usata per due tipi di comunicazione, quale vocale e fax.
  • Linea telefonica dedicata, connessione realizzata tramite un cavo riservato.
  • Linux, brevemente Linux può essere descritto come un ottimo sistema operativo, derivato da Unix e disponibile con diverse interfaccia grafiche, tutte piacevoli e di semplice utilizzo. E' gratuito, stabile e sicuro e sta riscuotendo un buon successo. Se aumenterà la sua diffusione e se aumenterà il numero di periferiche supportate è probabile che il successo di questo sistema operativo subirà una accelerazione nei prossimi mesi.
  • Login, procedura con cui si esegue l'accesso ad un computer esterno. Questo di solito richiede un nome e una password per identificare la persona che cerca di collegarsi e, se l'esito dei controlli è positivo, la procedura di login viene perfezionata concedendo a chi si collega i privilegi e le opportunità previste.
  • Logoff, procedura di conclusione della sessione di lavoro su un computer condiviso o di un collegamento in linea.
  • Lycos, è stato uno tra i primi motori di ricerca ed è ancora uno di quelli più utilizzati; in continua crescita offre servizi sempre più perfezionati.
  • Macintosh, personal computer della Apple, diventato simbolo di una diversa concezione dell'informatica che oppone una maggiore facilità d'uso e una flessibilità totale rispetto ai PC di origine IBM (ovvero i computer windows oppure linux). La Apple ormai da lungo tempo incontra periodi di fortuna altalenante, ma i Macintosh continuano ad essere un esempio di semplicità e di pulizia anche a livello di design. Il Macintosh è stato il primo computer a proporre un'interfaccia grafica basata sul concetto delle finestre che oggi usiamo quotidianamente.
  • Macro, sequenza di comandi attivabili consecutivamente con una unica operazione. Molti software offrono la possibilità di registrare macro memorizzando una serie di comandi; a partire da questa registrazione viene generato un codice che poi può essere modificato come se si trattasse di una programmazione pura.
  • Mailbox, casella di posta elettronica dove vengono memorizzare le e-mail di un account fino a quando non vengono scaricate.
  • Mailing list, è formata da un certo numero di iscritti, generalmente è relativa ad un tema ben preciso, ed è tecnicamente creata da uno speciale indirizzo che provvede a memorizzare e a inoltrare a tutti gli iscritti ogni e-mail ricevuta. La comunicazione tra gli iscritti avviene quindi via e-mail e ogni volta che si scrive qualcosa questo viene inviato contemporaneamente a tutti gli iscritti.
  • Masterizzatore, è una periferica che permette di scrivere su CD ROM vergini; alcuni masterizzatori possono anche scrivere su dischi CD-RW il cui contenuto, a differenza dei normali CD ROM, può essere modificato o cancellato.
  • MIME, Multiporpose Internet Mail Extensions. Si tratta di un formato particolare di e-mail che permette di impaginare il testo in modo più sofisticato rispetto al testo tradizionale, lasciando anche la possibilità di unire immagini , caratteri speciali e parti HTML.
  • Mirror, i siti che forniscono software spesso hanno un gran numero di richieste, in particolare per i software più popolari; per evitare di rallentare eccessivamente lo scaricamento dei file vengono creati dei siti speculari che hanno esattamente lo stesso contenuto del sito di partenza. Ogni utente ha quindi la possibilità di scaricare il file richiesto non direttamente dal sito "principale" quando questo è troppo affollato, ma collegandosi a un mirror. La procedura per cui lo scaricamento del file passa al sito mirror meno affollato o più vicino al computer dell'utente può essere automatica o manuale.
  • MODEM, è l'apparecchio che consente al computer di inviare dati attraverso una linea telefonica. Il nome nasce dalle parole "modulatore demodulatore".
  • Moderatori, esistono in alcuni newsgroup e in alcune mailing list. Sono persone, spesso spinte soltanto dalla passione per l'argomento trattato, che si occupano di cancellare i messaggi inviati che siano fuori tema oppure stupidi o offensivi. Nella maggior parte dei casi sono persone non retribuite per questa loro attività e contribuiscono enormemente allo sviluppo di una discussione utile e costruttiva.
  • Motore di ricerca, è un sito costruito attorno a un enorme database che permette di ricercare un argomento in internet. I database contengono informazioni relative a milioni e milioni di pagine web e si basano su due diversi meccanismi: indicizzano il testo contenuto nelle pagine oppure una serie di parole chiave scelte da chi ha costruito il sito.
  • MP3, i file con estensione MP3 contengono musica in un formato che consente un livello di compressione ottimo pur mantenendo una buona qualità audio. Questo ha innescato una serie di meccanismi per cui questi file sono stati usati in modo illecito, violando i diritti d'autore, anche se da un punto di vista puramente tecnologico hanno permesso la nascita di siti e iniziative spesso positive per musicisti e utenti. L'industria discografica vede nella diffusione della tecnologia MP3 il pericolo di un incremento nella pirateria e spesso cerca di frenare ogni iniziativa legata a questo standard, soprattutto se legata a internet. Possono essere ascoltati tramite computer da lettori appositi.
  • MPEG, Motion Picture Experts Group. Formato di compressione applicato a file contenenti filmati o animazioni. Le estensioni previste sono .mpg oppure .mpeg. Mentre nel caso delle immagini solo due formati godono di grande diffusione in ambito internet (gif e jpeg), relativamente ai filmati la situazione è molto più eterogenea anche perché le necessità sono più complesse. Una animazione infatti è per sua natura costituita da una grande quantità di dati e questi devono essere compressi il più possibile per poter essere trasmessi in tempi ragionevoli via internet; dato che compressione è anche sinonimo di perdita di qualità è chiaro che si tratta di ricercare il miglior compromesso tra queste due esigenze.
  • MSN, Microsoft Network. Nel lontano 1995 la Microsoft cercò di offrire un'alternativa ad internet, all'epoca ancora in fase emergente, basata su standard proprietari. Quel tentativo non andò a buon fine ed ora Microsoft Network è un'insieme di servizi basati su standard internet che vengono offerti dalla casa di Redmond. Allo stato attuale MSN può essere definito come un enorme portale aperto sul software Microsoft che mette a disposizione dei propri utenti anche una serie di servizi gratuiti.
  • Nasdaq, indice azionario dei titoli tecnologici, quotati alla borsa di New York.
  • Navigare, collegarsi a internet e muoversi tra i vari siti con un browser.
  • Navigator, browser della software house Netscape. Nel mondo windows sembra aver perso parecchio terreno rispetto al concorrente di casa Microsoft, sia come diffusione sia come caratteristiche, ma rimane il browser più diffuso per chi usa il sistema operativo Linux.
  • Netiquette, è il "Galateo" della rete. Naturalmente non si tratta di un vero e proprio documento (anche se un documento di questo tipo effettivamente esiste), né ci sono definizioni precise e rigorose di quello che è o non è maleducato fare su internet; si tratta piuttosto di un insieme di regole di comportamento basate sull'applicazione dei normali principi del buon senso e della buona educazione alla rete dove, inevitabilmente, subiranno qualche piccola trasformazione. Per esempio per usare un'espressione ironica in un newsgroup o in una mailing list bisognerebbe sempre usare il giusto "smiley" per evitare di essere fraintesti. Questo per la semplice ragione che l'ironia viene comunicata con il tono della voce ed è quindi difficile percepirla in un documento scritto. Un'altra norma della netiquette consiglia di aspettare almeno una settimana prima di scrivere qualcosa in un newsgroup o una mailing, anche in questo caso la ragione è il buon senso: aspettare una settimana spesso equivale a evitare di ripetere qualcosa di già visto.
  • Netsurfer, termine ormai passato di moda ma molto in voga alla metà degli anni '90. Indica chi gironzola per la rete passando da un sito all'altro attraverso i vari link senza uno scopo preciso muovendosi in modo analogo allo "zapping" televisivo.
  • Network, vedi LAN.
  • Newsgroup, discussione telematica che viene fatta non con messaggi e-mail come nel caso delle mailing list, ma con software dedicati, detti newreader; la differenza con le mailing list è che in questo caso tutti i messaggi vengono memorizzati e conservati su un server. Quando vi collegate con il vostro newreader scaricate tutti i messaggi che volete leggere ed eventualmente rispondete. Per poter configurare correttamente il software di gestione delle news occorre indicare il server al quale potete accedere; potete reperire questa informazione insieme a quelle necessarie per la connessione a internet che vi sono state fornite dal provider.
  • Nickname, soprannome. In internet si è liberi di scegliere il nome con cui si vuole essere conosciuti, anzi spesso è consigliabile non usare subito il proprio nome per motivi di privacy soprattutto nei casi in cui si viene a contatto con sconosciuti (chat, newsgroup e mailing list). Dopo un po' di tempo molti si affezionano al proprio nick e finiscono con usare sempre lo stesso in ambiti diversi (anche se niente vieta di cambiarlo).
  • Nodo, un singolo sistema appartenente a una rete o un dispositivo accessibile mediante un collegamento telefonico.
  • Nome di dominio, identificativo di un sistema su Internet. Questo nome equivale all’indirizzo IP.
  • Off-line, significa disconnessi, cioè scollegati da internet. Il termine si riferisce ai computer ma viene spesso usato direttamente anche per le persone!
  • On-line, come nel caso del suo opposto (off-line) il termine dovrebbe essere usato per i computer, quando hanno il collegamento con internet attivo, ma sempre più spesso viene usato per le persone! Spesso viene usato per indicare l'immediatezza con cui è possibile ottenere un sevizio e diventa sinonimo di "tempo reale".
  • .org, suffisso che indica i siti internet non governativi e le associazioni.
  • Pacchetto, gruppo omogeneo di caratteri in transito sulla rete.
  • Packet Switching, commutazione di pacchetto. Alla base di tutta la tecnologia delle comunicazioni di dati internet c'è questo standard. Il principio di base è che non richiede una linea di comunicazione fissa aperta tra il computer che deve inviare dati e quello che li deve ricevere ma ogni messaggio viene diviso in piccoli pacchetti di dati di dimensioni fisse e viene instradato in modo autonomo sul percorso in quel momento più vantaggioso; in questo modo due pacchetti consecutivi possono seguire percorsi completamente diversi attraverso la rete ma il computer ricevente è in grado di ricostruire la sequenza esatta e ricomporre tutto il messaggio. Un altro vantaggio di questa tecnica è che il computer che riceve i dati è in grado di capire se un singolo pacchetto non è correttamente arrivato a destinazione e può richiedere al computer trasmittente di rinviare soltanto quello. Questa tecnologia è stata sviluppata all'inizio degli anni sessanta quando, per esigenze militari, si cercava uno strumento per riuscire a non bloccare un'intera rete di computer anche nel caso di perdita di uno o più computer.
  • Parità, metodo per il controllo degli errori nel trasferimento dati tra un computer e una periferica. La parità viene utilizzata per controllare la precisione di ciascun byte (o carattere) trasmesso tra due dispositivi.
  • Password, le password servono a proteggere informazioni riservate da occhi indiscreti. È relativamente sorprendente la facilità con cui molte password possono essere indovinate, sorprendente per la mancanza di fantasia che molti dimostrano nella scelta delle password. Per costringere ad usare password meno facili da trovare molti sistemi proibiscono l'uso di nomi e date, a volte costringendo ad usare una combinazione di caratteri, numeri e segni di interpunzione.
  • PDF, Portable Document Format. Si tratta di uno standard che permette di diffondere facilmente dei documenti che vengono salvati in un file con estensione PDF. Sono, quindi, leggibili scaricando il software Acrobat disponibile gratuitamente sul sito del produttore (www.adobe.com).
  • Plug & Play, quasi tutti i computer e le periferiche più recenti sono conformi a questo standard per cui un nuovo componente del computer viene immediatamente riconosciuto dal sistema operativo che quindi installa tutto il software necessario per farlo funzionare correttamente.
  • Plugin, accessori software che vengono installati e si integrano nel browser (o nei programmi) per fornire nuove capacità, per esempio la possibilità di riprodurre formati audio o video particolari.
  • POP, Post Office Protocol. Protocollo per la trasmissione della posta elettronica. Il termine si riferisce alla trasmissione dalla centrale del provider al computer di casa o dell'ufficio. Il server POP conserva in memoria tutti i messaggi in arrivo; quando l'utente si collega può in brevissimo tempo scaricare tutti i messaggi e eventualmente inviare quelli che ha preparato.
  • Porta, un connettore presente su un dispositivo nel quale inserire un cavo d’interfaccia per il collegamento di altre periferiche.
  • Portale, sito internet che offre notizie e servizi gratuiti, tutti raggiungibili dalla pagina iniziale. L'offerta di servizi è oggi quanto mai variegata, si va dalle ricerche alle mappe, alle notizie di borsa, al software, dal meteo alle caselle di posta e così via, anche in funzione della moda del momento. Tutti i portali hanno la necessità di mantenere alto il numero degli accessi per vendere al meglio gli spazi pubblicitari, per questa ragione il numero e il tipo dei servizi disponibili è in costante aumento e spesso vengono sfruttati i cookies per permettere ad ogni utente che si collega di accedere alle parti per lui più interessanti; la fidelizzazione degli utenti viene quindi ottenuta permettendo di personalizzare l'accesso, ognuno può così decidere quali parti nascondere e quali lasciare visibili.
  • Portante, segnale della linea telefonica utilizzato per trasferire I dati tra due modem. Il segnale del portante è udibile nel momento in cui due modem stabiliscono il collegamento.
  • Postmaster, la persona o la macchina che si occupa dei problemi di trasmissione. Nel caso si tratti di un individuo, il suo compito è anche quello di rispondere alle domande sollevate dagli utenti.
  • Protocollo, insieme di regole che governano ogni attività di scambio di dati tra due entità.
  • Protocollo per la correzione degli errori, un protocollo che assicura il trasferimento dei dati senza errori.
  • Provider, società che fornisce la possibilità di accedere a internet. In Italia hanno ormai trovato diffusione capillare i provider che forniscono accesso gratuito per cui i costi della connessione a internet sono limitati alla sola bolletta telefonica. Insieme alla connessione vengono forniti una serie di servizi: una o più caselle di posta elettronica, accesso alle news, un eventuale spazio web più una serie di ulteriori gadget (più o meno utili) dipendenti dall'iniziativa del provider.
  • RA, Registration Authority. Organismo istituzionale che concede l'uso dei domini italiani, estensione .it , su internet.
  • RAM, Random Access Memory. Memoria in cui vengono caricati i dati e i programmi per essere utilizzati dalla CPU. La memoria RAM viene definita volatile perché quando il computer viene spento il suo contenuto viene perso.
  • Real audio, video tecnologia per la compressione e la riproduzione di suoni e filmati o animazioni. Ha trovato grande diffusione in internet perché permette di comprimere molto i dati e quindi abbreviare i tempi di trasmissione, inoltre è possibile iniziare ad ascoltare il suono o a vedere il filmato prima di avere completamente scaricato il file. È possibile scegliere il rapporto di compressione da usare per memorizzare un brano e spesso si è costretti a sacrificare almeno parte della qualità per permettere tempi di trasmissione più brevi. Si basano su questa tecnologia molti canali che trasmettono radio via internet.
  • Release, versione di un programma, di un sistema operativo o di un driver. Spesso dopo l'acquisto di un software è consigliabile collegarsi con il sito del produttore per controllare se sono state sviluppate nuove versioni con funzionalità aggiunte.
  • Reply, risposta. Funzione presente in tutti i programmi per la gestione della posta elettronica che permette di rispondere a un messaggio ricevuto. Facendo click sul pulsante reply viene automaticamente creato un nuovo messaggio che ha come destinatario il mittente originario e che contiene tutto il testo precedentemente ricevuto, in questo modo è possibile inserire dei commenti punto per punto. E’ come una telefonata, ed è, quindi, buona educazione rispondere.
  • Rete, una serie di computer collegati fisicamente tra di loro per condividere informazioni, periferiche. Viene spesso fatta la distinzione tra rete locale (LAN) in cui i PC si trovano all'interno dello stesso edificio e sono collegati con una serie di cavi. In questo secondo caso le distanze tra i PC da collegare sono maggiori e ci si deve necessariamente appoggiare ai servizi di qualche compagnia telefonica. Ci siriferisce a internet come "la" rete per antonomasia.
  • Root, radice, ovvero directory principale di un hard disk da cui partono tutte le altre (i rami). Aprendo un qualsiasi programma grafico che permetta di visualizzare il contenuto di un disco fisso si ha subito la sensazione di vedere un albero capovolto con la radice in alto.
  • Router, apparecchio che gestisce la trasmissione dei pacchetti di dati attraverso la rete, selezionando automaticamente il percorso più vantaggioso per raggiungere la destinazione finale.
  • RTF, Rich Text Format. Formato di file che viene usato da quasi tutti i programmi di videoscrittura per permettere lo scambio di dati. Tutti i software gestiscono un formato proprietario che non sempre è utilizzabile direttamente con un altro programma, il formato RTF permette lo scambio di testi senza perdere le informazioni sull'impaginazione e sulle caratteristiche grafiche.
  • RTS, Ready To Send, un segnale di intesa hardware inviato al modem per detrminare se è pronto a ricevere I dati. Vedere anche DTR e CTS.
  • Scaricamento, prelievo di un file da un computer remoto.
  • Script, linguaggi di programmazione normalmente più semplici (e quindi un po' meno potenti) dei linguaggi tradizionali. Il più diffuso in ambito internet è Javascript.
  • Script Modem, documento contenente I comandi usati da un’applicazione di telecomunicazioni per istruire il modem sulla modalità di connessione.
  • Server, un computer o un software che mette a disposizione parte delle proprie risorse ad altri software o ad altri computer (client).
  • Servizi on-line, centri dati in linea nei quali sono disponibili servizi di vario tipo. I servizi on-line offrono dall’acquisto di biglietti aerei all’andamento della borsa e alle previsioni del tempo.
  • Shareware, un software shareware è un software commerciale che si può trovare nei CD allegati alle riviste di informatica o che può essere prelevato gratuitamente da internet e usato per un certo periodo di tempo. Continuare a usare il software dopo la scadenza di questo periodo è sicuramente illecito ma a volte tecnicamente possibile. Non sempre, infatti, è programmato un vero e proprio blocco del programma, ma a volte appare un semplice promemoria che ricorda l’obbligo morale e giuridico del pagamento. Tra i software di questo tipo, il più famoso è winzip. In altri casi dopo il periodo di prova il programma smette di funzionare oppure vengono bloccate alcune sue funzionalità.
  • Signature, letteralmente significa "firma" ma in ambito informatico indica le informazioni sul mittente inserite in un messaggio di posta elettronica o in un pacchetto di dati.
  • Sincronico, tecnica di comunicazione in cui I segnali vengono trasferiti ad una velocità prestabilita tra due stazioni sincronizzate mediante caratteri speciali prima e dopo ciascun messaggio. Vedere anche Asincrono.
  • Sistema Operativo Software, si occupa della gestione dell'hardware del computer. Si può dire che si pone in posizione intermedia tra l'hardware del computer e il software applicativo (per esempio giochi o programmi per la videoscrittura). Tutti i moderni sistemi operativi sono dotati di interfaccia grafica, sfruttando il mouse e pochi concetti intuitivi per permettere un uso immediato del computer. I sistemi operativi con interfaccia a carattere richiedevano invece un periodo di apprendimento molto maggiore dato che bisognava ricordare a memoria ogni comando.
  • Sito, insieme di pagine web tutte contenute nello stesso dominio.
  • Smiley, combinazioni dai caratteri che possono essere viste come una piccola faccia con una particolare espressione. Per esempio :-), ruotate la testa di 90° in senso antiorario; con un po' di fantasia vedrete una faccia sorridente, guardando invece :-( vedrete una faccia dispiaciuta. Vengono usate nelle e-mail e nelle newsgroup o comunque in un dialogo che avviene con un testo in cui occorre esplicitare lo stato d'animo di chi scrive. In una conversazione verbale questo viene comunicato con il tono della voce.
  • SMS, Short Message Service. Sono i messaggi di testo che possono essere letti e inviati dai telefonini GSM. Avrebbero poco a che fare con internet o l'informatica se non fosse per il fatto che quasi tutti i principali portali italiani offrono la possibilità di inviarli gratuitamente.
  • SMTP, Simple Mail Transfer Protocol. Protocollo per la comunicazione della posta elettronica, in particolare per l'invio di una e-mail dal PC dell'utente al provider. Nonostante il nome la trasmissione di un messaggio via internet non ha proprio niente di semplice, per fortuna i sistemi hardware e software sono ormai sufficientemente affidabili da rendere sicura la trasmissione della posta elettronica. Solo in caso di particolari necessità di riservatezza è opportuno affidarsi ai software che rendono impossibile l'intercettazione dei messaggi.
  • SPAM, il fenomeno dello spamming è uno dei più fastidiosi flagelli di internet, si tratta di messaggi pubblicitari non richiesti che vengono inviati contemporaneamente a centinaia o migliaia di indirizzi e-mail. Esistono vari sistemi con cui gli indirizzi di posta vengono intercettati, dopodiché l'invio di un messaggio a tutti questi indirizzi è molto semplice ed economico. In Italia questa tecnica oltre a essere in contrasto con i principi minimi della netiquette è in contrasto con la nota legge sulla privacy. Il fenomeno, comunque, è stato quasi completamente arginato. Diverso il discorso per la pubblicità che viene inserita sui newgroup non moderati; a volte il livello dello SPAM può essere così elevato da bloccare completamente qualsiasi discussione.
  • Squatting, ennesimo neologismo di derivazione completamente informatica. Questo termine indica la registrazione di un gran numero di siti internet per poi rivendere il nome a prezzo più alto. Il fenomeno è attualmente in fase calante e in Italia è anche ostacolato da provvedimenti legislativi, ma fino a poco tempo fa non era raro il caso di chi registrava domini a proprio nome contando sulla possibilità di rivenderli.
  • SSL, Secure Socket Layer. Protocollo di trasmissione dati che viene usato in internet per trasmettere dati al sicuro da intercettazioni, per esempio per comunicare dati personali oppure dati relativi alla propria carta di credito per effettuare un pagamento on-line.
  • Stringa di inizializzazione, una sequenza di comandi inviati dal modem per prepararsi ad un collegamento su una linea telefonica. Vedere anche Comandi AT.
  • TCP/IP, Transmission Control Protocol / Internet Protocol. In termini semplici è l'insieme delle tecniche che regolano la trasmissione dei dati attraverso internet. Lo stesso standard può essere usato anche nelle reti locali.
  • Thread, il filo di un discorso, ossia una sequenza di botta e risposta tra più utenti su uno stesso argomento.
  • Trojan Horse, cavallo di Troia, ovvero programma che al suo interno contiene un altro programma potenzialmente dannoso, per esempio un virus o un software che permette l'attacco dall'esterno al sistema infettato.
  • True Type, tipo di carattere (font) che permette di stampare testi di alta qualità e di vedere in anteprima sul monitor il documento in modo molto simile a come verrà effettivamente stampato.
  • Unix, sistema operativo creato alla fine degli anni sessanta insieme al linguaggio c. E' considerato particolarmente adatto ad internet perché le sue principali caratteristiche sono la sicurezza e la possibilità di funzionare su hardware diversi. L'erede naturale di Unix è Linux.
  • Upgrade, aggiornamento. Software, driver e antivirus devono spesso essere aggiornati per funzionare al meglio: gli antivirus per riuscire a riconoscere anche i più recenti software dannosi, driver e software per beneficiare degli ultimi miglioramenti (e correzioni) dei programmatori. Ormai tutti i principali produttori di software e di hardware offrono la possibilità di tenere aggiornati i prodotti via internet.
  • Upload, operazione con cui un file viene salvato dal computer locale al server; più in generale la trasmissione di dati verso internet.
  • url, Uniform Resource Locator, indirizzo di un sito internet o di una pagina web scritto con i caratteri alfabetici, viene convertito nell'indirizzo IP numerico dai server DNS.
  • USB, Universal Serial Bus. Standard per il collegamento di periferiche esterne al computer che ha notevolmente semplificato la vita degli utenti a partire dalla fine degli anni '90. Le periferiche di questo tipo (scanner, tastiere, mouse, webcam…) possono essere collegate al computer senza dover spegnere e riaccendere il sistema, possono ricevere alimentazione e dati contemporaneamente senza dover usare un secondo filo per collegare un trasformatore.
  • User-ID, Username, parola che serve ad identificare un utente nell'ambito di un servizio telematico, un sito internet o una chat.
  • Velocità baud, unità di misura della velocità di una trasmissione dati equivalente a un bit per secondo. Anche detta bps (bits per second).
  • WAN, Wide Area Network. Rete di computer che comunicano con un collegamento fisico di linee telefoniche e apparecchi per la trasmissione dati, chiamati "router". E’ un insieme di più LAN, una LAN globale che supera i confini di un edificio e quelli di differenti paesi.
  • WAP, Wireless Application Protocol. Tecnologia che permette il collegamento dei telefoni cellulari GSM a internet.
  • Warez, come gamez, serialz, filez. La sostituzione della lettera "s" con la "z" viene tipicamente usata dagli hacker; i "serialz" sono i numeri di serie che possono essere usati per far funzionare un programma senza pagarne la licenza, i "filez" e i "gamez" sono stati modificati dagli hacker in modo da poterli copiare anche senza acquistarli regolarmente. Sfruttare queste opportunità è illegale.
  • WAV, è un formato per i file sonori divenuto molto popolare in ambiente windows. I suoni salvati in questo formato mantengono una buona qualità ma occupano molto spazio, per questo motivo difficilmente troverete un file .wav che contenga un suono della durata superiore a qualche secondo.
  • Web, ragnatela mondiale di informazioni formata da ipertesti e pagine html ricche di link ad altre pagine. Diffusione capillare, facilità d'uso, utilità e costi molto bassi hanno reso oggi internet uno strumento indispensabile nel lavoro come nella vita privata.
  • Webcam, telecamere per inviare immagini via internet; si distinguono da quelle normali perché sono di dimensioni molto contenute e raramente hanno dei sistemi per memorizzare informazioni in quanto collegate al computer. Il tradizionale nastro è sostituito dal disco fisso del computer ma la qualità delle immagini è di norma piuttosto bassa.
  • Webmaster, viene detto webmaster il responsabile di un sito; nei siti di piccole dimensioni spesso la stessa persona è responsabile sia della parte tecnica che dei contenuti e della grafica.
  • WWW, World Wide Web, L'intreccio formato dall'infinito numero di hyperlink presenti in rete ha formato una ragnatela (web) diffusa ormai in ogni punto del pianeta.
  • XON/XOFF, segnali di intesa software utilizzati tra due modem per controllare il flusso dei dati.